OBIETTIVI

OBIETTIVI

OBIETTIVI

PLAY and LEARN

Imparare giocando? Si grazie!
Imparare divertendosi attraverso il gioco, la creatività, la tecnologia e la multimedialità.

PLAY and LEARN è un sito per bambini in continua evoluzione (al momento in fase iniziale) che ha come obiettivo quello di potenziare l’apprendimento dei bambini della scuola dell’infanzia e primaria attraverso il gioco, la creatività, la tecnologia e la multimedialità.
Si rivolge ai bambini ed è gratuita ed accessibile dai diversi dispositivi, ma si consiglia l’utilizzo su tablet e pc.

Questa piattaforma vuole diventare un luogo, a misura di bambino, in cui il gioco, la creatività e il pensiero divergente si uniscano per dar vita a contesti educativi e di apprendimento stimolanti, accessibili e fruibili da tutti.

Sulla piattaforma sono presenti attività e giochi interattivi ma anche materiali scaricabili in formato cartaceo per sviluppare la manipolazione e la fantasia di ciascun bambino. La volontà di offrire materiali differenti nasce dalla convinzione che ciascuno è unico anche nel suo modo di apprendere e comprendere.

Il blog è l’unica parte della piattaforma dedicata ad insegnanti e genitori in quanto qui vengono date indicazioni su come utilizzare le risorse presenti.

SVILUPPI FUTURI

Data la situazione di  emergenza in cui si trova in questo momento la scuola italiana, trovate PLAY AND LEARN sul mio sito www.leideedimari.com

Se volete sapere da dove è partito tutto questo progetto, sedetevi comodi e cliccate sul link qui sotto in cui vi racconto tutti i dettagli. Sono particolari, curiosità… Pezzi di strada che non si possono dimenticare e che sono l’anima di PLAYandLEARN.

DA UN SOGNO A PLAYandLEARN

Se avete domande o curiosità potete scriverci all’indirizzo: leideedimari@gmail.com

Seguici e scopri di più!!!

Condividi

Traduci

Iscriviti a PLAYandLEARN

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti e ricevere le notizie dal mondo di PLAYandLEARN.

Unisciti a 3.004 altri iscritti

2 Commenti

  1. Mauro Cossiga

    Ciao Maestra e collega. Mi chiamo Mauro Cossiga e sono docenyte di sostegno presso il liceo Margherita di Castelvì di Sassari. Ho letto con piacere la tua presentazione dove dichiari che insegnare può e deve essere divertente: un gioco. Un gioco fatto di emozioni dove la grammatica divenga un processo emotivo che coinvolga insegnante e alunn9o. Sono d’accordo con te sul fatto che solo attreverso questo persocorso si riesca davvero a comunicare con qualsiasi persona, dove non si può prescindere dal lato emozionale che aiuta a comprendere il messaggio trasmesso. La Caa è per noi docenti di sostegno uno strumento indispensabile, perché l’immagine fa parte della nostra sfera quotidiana ed è con essa che riusciamo a farci capire, prima che con il segno grafico, più complesso e poco intuitivo. Leggrò con attenzione il tuo libro I Coloreonti

    Rispondi
    • Mari

      Che bel commento! Grazie!
      Le emozioni restano per me il veicolo migliore di apprendimento ed il gioco stimola proprio questo: coinvolgimento, emozione, entusiasmo.
      Nella mia esperienza, un Gioco conduce i bambini all’apprendimento senza che nemmeno se ne accorgano. Questo il motivo per cui sono sostenitrice di questo approccio.
      Grazie ancora.

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi